Servizi

Impianti antincendio
a schiuma

TORNA A IMPIANTI   #

Per le grandi strutture scegli un impianto antincendio a schiuma

 

Nell’ambito degli impianti antincendio quello a schiuma opera seguendo la logica degli impianti a diluvio dove l’erogazione è rappresentata da una miscela schiumogena a bassa, media ed alta espansione. La schiuma soffoca i vapori della combustione.

Le applicazioni sono inerenti alla copertura di ampie superfici in pochi minuti e provocare l’estinzione dell’incendio. Particolarmente impiegato per liquidi infiammabili nell’ambito dell’industria di processo.

 

Pim antincendio si occupa della vendita, dell’installazione e della manutenzione di impianti antincendio a schiuma per Roma e provincia, nel rispetto della normativa di riferimento.

Caratteristiche di un impianto antincendio a schiuma

L’impianto antincendio a schiuma è costituito da:

  • una valvola a diluvio;
  • un comando manuale o automatico che viene gestito grazie ad un sistema di rivelazione incendi;
  • da miscelatori di acqua/liquido schiumogeno;
  • da apposite lance per lo spargimento della schiuma generata, chiamati anche generatori.

Tipologie di miscelatori

Esistono 3 tipi di miscelatori:

 

  • miscelatori ad aspirazione, che sfruttano l’energia dell’acqua in pressione per aspirare una quantità dosata di schiumogeno concentrato;
  • miscelatori a spostamento di liquido, dove acqua e liquido schiumogeno sono dentro un serbatoio a pressione con una membrana gommata che li separa. Grazie ad un sistema di tubi e valvole quando l’impianto entra in funzione il liquido schiumogeno si trova ad una pressione più bassa e viene spostato dall’azione dell’acqua;
  • miscelatori per iniezione, dove il liquido schiumogeno si trova ad una pressione superiore a quello dell’acqua e viene iniettato, per mezzo di pompe, nel flusso di acqua che alimenta l’impianto.

I generatori di schiuma

I generatori di schiuma permettono di ottenere schiume a basso, medio e alto rapporto di espansione.

  • I generatori di schiuma a bassa espansione sono generalmente usati negli impianti per la protezione dei serbatoi di liquidi infiammabili e combustibili a pressione atmosferica.
  • I generatori di schiuma a media espansione sono di tipo aspirante.
  • I generatori di schiuma a alta espansione possono essere di due tipi: aspirante e insufflazione d’aria (con ventilatori). Quelli ad alta espansione possono essere a saturazione totale o locale.

Il funzionamento di un impianto antincendio a schiuma fisso

Gli impianti a schiuma fisso in condizioni di emergenza, a seguito di un allarme, attivano una stazione di pompaggio, che immette acqua nel pre-mescolatore e miscela il liquido schiumogeno.

La miscela di acqua e schiumogeno verrà inviata alla rete idraulica dove i generatori ad alta espansione e si andrà a saturare il locale.

2 tipi impianti a schiuma e loro applicazione

In base al grado di espansione della schiuma utilizzata, gli impianti antincendio a schiuma possono essere distinti in:

  • gli impianti a bassa e media espansione: sono utilizzati per proteggere gli incendi di raffinerie, impianti chimici, serbatoi di stoccaggio liquidi infiammabili, impianti aeroportuali, banchine per l’attracco delle petroliere, etc.
  • gli impianti ad alta espansione: sono usati per proteggere ambienti non coinvolte direttamente dall’incendio.

Le operazioni della UNI 12845 risultano più restrittive di quelle previste dalla UNI EN 13565-2, pertanto l’Uman/ANIMA Confindustria, associazione nazionale aziende sicurezza e antincendio, consiglia di prendere come riferimento per le operazioni di manutenzione le disposizioni contenute nella UNI EN 12845

MANUTENZIONE
SALE DI POMPAGGIO
E VASCHE DI ACCUMULO